Aurora Pezzuto

Bio:

Aurora studia Economia e Commercio all’Università Ca’Foscari di Venezia, luogo nel quale scopre Istituto Liberale e il liberalismo. Trovandosi in perfetta armonia con le idee liberali ha deciso di volerle diffondere attraverso l’istituto. Viaggia molto per passione, perché spesso attraverso il viaggio l’individuo scopre le dimensioni della libertà, come la l’indipendenza e la responsabilità.

Cos’è IL per lei:

l’Istituto Liberale è uno strumento che contribuisce a aumentare la consapevolezza degli individui, attraverso contenuti formativi e informativi. Inoltre l’Istituto Liberale è fondamentale per promuovere la pluralità delle idee, in una società collettivista infatti la libera concorrenza deve partire dal clima delle idee!

Autori preferiti:

Ayn Rand, Milton Friedman, Robert Pirsig.

Angelo Mennillo

Bio:

Angelo è laureato in lettere; tuttavia egli è un essere umano, in quanto tale la sua esistenza è votata esclusivamente alla conquista della libertà in sé, unquemai a causa di scientistiche ideologie, un essere umano non è prestato all’esigenza di conoscere come funziona un cuore per trovare ragione di averne bisogno, pertanto pur se non sapesse cos’è e non potesse spiegarlo ad altri, saprebbe comunque che ciò di cui ha bisogno è la libertà.

Cos’è IL per lui:

Il liberalismo subisce attacchi ideologici fin da quando la formalità delle sue prerogative era solo una preliminare formulazione nella mente di alcuni sporadici pensatori. Teorie come quella che il pensiero libero sia un’oscenità, che il benessere alieni l’uomo dalla sua natura, che la proprietà sia ingiusta, sono macchine d’assedio votate a svilire i tesori liberali. L’istituto liberale è la fortezza che abbiamo eretto a difesa dell’individualismo metodologico, la libera cittadella in cui cercare il riposo del sapere liberale. Dentro queste mura troverete il tè gettato per l’indipendenza americana, la botte che fu dimora di Diogene, le armi di Leonida. E voi, volete diventare essere umani?

Autori preferiti:

Robert A. Heinlein, William Godwin, Karl Popper.

Tommaso Caruti

Bio: 

Tommaso è laureato in management. Ha scoperto il liberalismo quando un suo amico gliene ha parlato. Gradualmente ha capito che essere liberi è una virtù, e non un vizio. Vuole collaborare con l’Istituto perchè sa quanto sarebbe bella l’Italia liberale, e vuole fare tutto il possibile in suo potere per poter realizzare questo sogno.

Cos’è IL per lui:

Siamo così poco abituati alla libertà che la mancanza di essa ci sembra normale. La libertà ci mette paura, cosa fare quando si è completamente liberi? L’Istituto Liberale ha il compito di spiegare che è solo tramite la libertà che gli individui possono essere veramente completi e raggiungere il massimo grado di felicità.

Autori preferiti:

Murray Rothbard, Ludwig von Mises, Friedrich von Hayek.

Alessandro Sforza

Bio:

Alessandro Sforza è uno studente di Scienze Internazionali ed è da sempre interessato al mondo del libertarismo. Da un anno circa si dedica alla traduzione in italiano di saggi, trattati e produzioni varie sul libertarismo e da due anni è parte attiva dell’organizzazione di IL. Ha una passione per la musica e per i videogiochi. Il suo obiettivo è quello di diffondere quanto più libertarismo possibile, in particolare i temi dell’autoproprietà e della responsabilità personale, e divertirsi nel farlo.

Cos’è IL per lui:

Quando ha incontrato per la prima volta i ragazzi del vecchio “L’Individualista Feroce” è rimasto travolto, e ha deciso che doveva assolutamente entrare a far parte di quel mondo. La libertà è l’unica condizione umana che permette agli individui la felicità, per questo per lui far parte di IL è importantissimo.

Autore preferito:

Hans Hermann Hoppe.

Francesco Chevallard

Bio:

Nato e cresciuto a Torino, Francesco si è trasferito all’età di 19 anni a Milano, dove ha studiato Scienze Politiche ed Economia ed ha iniziato poi a lavorare in consulenza. È arrivato al liberalismo prima ancora di sapere cosa fosse, dopo aver rigettato le teorie socialiste e stataliste comuni in Italia e aver sviluppato un’etica della libertà e della giustizia, basata sulle sue letture di storia, economia e politica, materie di cui è appassionato. Ciò che lo ispira è la promessa liberale di permettere a ogni individuo di vivere la propria vita come meglio crede, senza costrizioni esterne. Quando ha conosciuto l’Istituto Liberale si è reso conto di aver trovato la casa dove poter esprimere queste idee.

Cos’è IL per lui:

L’Istituto Liberale è l’unica associazione che si propone di far conoscere le idee liberali al di fuori del piccolo circolo di intellettuali in cui sono confinate in Italia. Sa come usare i social per parlare a tutti e riesce a coinvolgere i giovani in modo completamente nuovo rispetto al passato, creando volontari entusiasti che contribuiscono in maniera esponenziale alla diffusione del liberalismo. L’Istituto combatte una battaglia per la libertà, perché essa è l’elemento fondamentale per ogni essere umano; essa dà valore e dignità alla vita.

Autori preferiti:

Adam Smith, Alexis de Tocqueville, Thomas Paine.

Raffaele Dadone

Bio:

È nato e cresciuto a Cagliari, ma vive a Torino da ormai 8 anni. Ha contribuito a fondare Istituto Liberale ed è sin dagli inizi il vicepresidente. Quello con il liberalismo è stato un incontro lento e graduale. La sua passione per lo studio, la voglia di imparare sono state e sono tutt’ora il motore che gli permette di rafforzare la sua conoscenza liberale. Una svolta decisiva è stata però il suo approccio alla vita. Un approccio di un uomo che come priorità ha la libertà, la responsabilità e i meriti.

Cos’è IL per lui:

Diventato liberale grazie alla sua filosofia di vita. Senza un giusto approccio alle cose, lo stimolo sarebbe andato a mancare. Vivere da liberale è uno stile, uno stile che desidera diffondere. L’istituto Liberale rappresenta il veicolo affinché tante persone possano iniziare a vivere libere e responsabili. Una missione di vita.

Autori preferiti:

Adam Smith, Sergio Ricossa, Ludwig von Mises.

Alessio Cotroneo

Bio:

Alessio è laureato in Fisica. Ha fondato l’Istituto Liberale e ne è presidente sin dagli albori. Ha scoperto il liberalismo cercando un’alternativa alla destra e alla sinistra, da allora non ha più smesso di studiarlo e divulgarlo. Il suo obiettivo è quello di rendere il liberalismo alla portata di chiunque, semplificandone le idee e presentandole in modo innovativo e divertente.

Cos’è IL per lui:

Il liberalismo non è semplicemente una dottrina politica, ma è anche un metodo per studiare la società e una filosofia di vita. Il liberalismo può aiutare la società, perché le permette di prosperare e di migliorarsi. Il liberalismo può aiutare gli individui a capire e rispettare sé stessi, a trovare il proprio posto nel mondo, a scoprire valori. L’Istituto Liberale è nato per rendere libere le società e liberi gli individui.

Autori preferiti:

Friedrich von Hayek, Israel Kirzner, Edmund Burke.