Liberale Volontarista | Test: Che Liberale sei? - Istituto Liberale Italiano Skip to content

I tuoi risultati

Scorri per avere più informazioni

Sei un liberale volontarista!

Sei (prevalentemente) un liberale volontarista!

Il grafico a torta mostra le probabilità con cui aderisci alle varie correnti del liberalismo, tutte collegate dal filo conduttore della libertà… ma con alcune sfaccettature che le rendono uniche.

Il volontarismo – anche conosciuto come anarcocapitalismo – è la corrente più radicale del liberalismo, ma non per questo è meno valida.

Continua a leggere per scoprire di più!

Condividi il risultato sui social:

Che cos’è un liberale volontarista?

Ami la libertà, ami molto la libertà, ami immensamente la libertà! Per te, la libertà è realmente tutto, l’alpha e l’omega. E lo Stato sta cercando di privartene ad ogni costo, ogni giorno. Può sembrare un po’ paranoico, ma sai molto bene che nulla può essere considerato giusto, legittimo o morale se compiuto attraverso la violenza o la minaccia di violenza.

Lo Stato detiene il monopolio della violenza in un dato territorio (e non fa altro che ricordarcelo ogni giorno) e quindi…come non essere almeno un pochino preoccupato?

Il liberalismo è un pensiero politico che si estende a vari campi del sapere, quali economia, sociologia, diritto e relazioni internazionali. Ma il tuo liberalismo in particolare è una dottrina che attribuisce alla libertà il ruolo di fulcro di tutte le relazioni sociali.

Stiamo sempre parlando dello stesso concetto di libertà applicato dai liberali classici, ma tu vai oltre, perché i liberali classici sono molto timidi – e tu non vuoi neanche sentire nominare le altre categorie di liberali, loro sono socialisti!

Per te, liberale volontarista, il mercato è importante e deve rimanere libero. Punto e basta. Il modo migliore per garantire un mercato efficiente è lasciarlo libero, totalmente libero. Sei molto chiaro nelle tue premesse e nei tuoi principi; e, se la regola della liberà e della libera concorrenza vale per tutti i segmenti del mercato, come affermano i liberali classici, perché non dovrebbe valere anche per la pubblica sicurezza? O per il sistema giudiziario? Qualsiasi monopolio non è un bene, e per te non esistono eccezioni alla regola.

In una società ideale potrebbe addirittura esistere un sistema di governo, certo, giacché ben sai che volontarismo non significa assenza di regole – significa assenza di coercizione.

Liberi individui possono liberamente e volontariamente decidere di stabilire una società basata sulla mutua cooperazione, sul libero mercato e sul rispetto completo della proprietà individuale – una società che potrebbe contare finanche sulla raccolta di fondi per la costruzione e la manutenzione delle opere pubbliche, o di sussidi per i poveri. Sarebbe una specie di imposta? No, sarebbe “libera”, e scusate per la battuta! Sarebbero tasse pagate volontariamente e donazioni private, come dovrebbe avvenire in qualsiasi società civilizzata.

I principali valori di un liberale volontarista

La libertà individuale, per il volontarista, è massima. E non si tratta di un’esagerazione: per il volontarista l’individuo può effettivamente fare quello che vuole, purché rispetti la vita, la proprietà e la libertà degli altri individui – o purché non inizi un’aggressione (il cosiddetto Principio della Non Aggressione – NAP).

Vuoi avere la tua scheda completa?

Per scoprire:

  • quali sono i valori che abbracci insieme al liberalismo volontarista,
  • i grandi personaggi a cui sei più vicino,
  • i libri che dovresti leggere,
  • i più celebri aforismi che ti faranno emozionare

lasciaci il tuo indirizzo e-mail e ti invieremo il Manuale del Liberale Volontarista che ti consentirà di esplorare al meglio questo tuo lato politico, filosofico ed economico. Inoltre, per aiutarti ad ampliare la tua conoscenza liberale ti invieremo tramite e-mail alcuni approfondimenti (storici, filosofici, etc) e le iniziative che potrebbero interessarti (eventi, libri, progetti), senza intasare la tua casella di posta elettronica.